Associazione Culturale Aristocrazia Europea

giovedì 19 luglio 2018

Incontro conviviale della Casa Imperiale Leopardi di Costantinopoli

Mercoledì 25 luglio, ore 18.30 a Milano
APERICENA IMPERIALE d'ESTATE
"Birreria-Trattoria Pepe Nero" Via Rivoltana 31
(Novegro-Idroscalo, di fronte al Luna Park)

riunione informale dei membri ed amici della
Casa Imperiale Leopardi di Costantinopoli
con Ezra Foscari Widmann Rezzonico
e Patrizio Tomassini Paternò Leopardi

Incontro con il Conte Mario Dalla Torre

 “Non si può guarire il corpo, senza guarire l’anima” (Platone)
Giovedi 26 luglio, ore 18.00, Viale Bianca Maria 3, Milano
Studio Legale Avv. Renato Maturo


Incontro culturale-filosofico-spirituale con
MARIO DALLA TORRE
(bioterapeuta, operaore olistico, pittore bioenergetico e scrittore)

lunedì 16 luglio 2018

Nuovi Cavalieri e Dame della Real Casa Bagrationi Imeretinsky di Georgia

 
CAVALIERI (di Grazia):
Dott. Vincenzo Cortese
Avv. Nicolò Giordana
Dott. Giovanni Seia
CAVALIERI UFFICIALI (di Grazia):
Padre Kirioni Machaidze
Padre Michele Maria Pirotta
Avv. Domenico Frasca
Dott. Stefano Linati
Avv. Renato Maturo
CAVALIERI UFFICIALI (di Giustizia):
Conte Diego Beltrutti di San Biagio
Conte Massimo Paltrinieri di Carpi
Conte Dott. Matteo Priori di Letino
Conte Dott. Nikoloz Vardanisdzev
Nob. Prof. Paolo Zampetti di Filattiera
DAMA UFFICIALE (di Grazia):
Cristina Vittoria Egger
DAME UFFICIALI (di Giustizia)
Nob. Tea dei Principi Japaridze Tavadishvili
Nob. Dott. Rosanna Chifari Negri
COMMENDATORI (di Grazia):
Canonico Don Ivan Leto
Ing. Gianni Stefano Cuttica
Dott. Gianfranco Guerra
COMMENDATORI (di Giustizia):
Marchese Stefano Durazzo di Gabiano e Pontivrea
Marchese Fabio Guasticchi di Cres
Marchese Prof. Giuseppe Parodi Domenichi di Parodi
Conte Cav. Alberto Uva
COMMENDATORI (di Merito):
Barone Roberto Jonghi Lavarini
Barone Salvatore Lupo Migliaccio di San Felice
Conte Alessandro Romei Longhena di Bergantino
DAME di COMMENDA (di Giustizia):
Principessa Francesca Lovatelli Caetani di Teano
Contessa Elena Manzoni di Chiosca e Poggiolo
GRANDI UFFICIALI (di Grazia)
Colonnello Valentino De Simone
Colonnello Angelo Vasta
GRANDE UFFICIALE (di Giustizia):
Conte Avv. Cesare Vernarecci di Fossombrone d’Anjou della Verna
GRANDI UFFICIALI (di Merito):
On. Mario Borghezio
Nob.Prof. Gianfranco Benedetto
Nob.Prof. Silvio Bolognini
Conte Ezra Foscari Widmann Rezzonico
Senatore Avv. Ignazio La Russa
Questi sono i meritevoli amici della Georgia, nominati, per diverso ordine e grado, Dame e Cavalieri del Reale Ordine (cavalleresco ed ecumenico) dei Santi Davide e Costantino (Principi Georgiani e Martiri Cristiani), di legittima collazione della Casa Reale Bagrationi, ufficialmente riconosciuto dalla Chiesa Apostolica Ortodossa di Georgia. Alla Placca d'Argento (di Grande Ufficiale) corrisponde la Nobiltà personale (non trasmissibile), con i titoli tradizionali ortodossi georgiani di "Raindi e Mandilosani", ed il trattamento di Suo Onore.

Il Generale Gran Maestro, Sua Altezza Reale il Principe Irakli Bagrationi Imeretisky (di Imerezia, Georgia, Armenia e Cilicia), su segnalazione di Suo Onore Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri, ha così voluto ringraziare, in maniera ufficiale e simbolica, gli amici italiani promotori e sostenitori della Reale Delegazione. All'annuncio di SAR, seguiranno le lettere ufficiali di nomina "motu proprio" (a fine settembre), e, prima di Natale, la cerimonia religiosa di benedizione e consegna dei diplomi e delle onorificenze, che si terrà in Italia, in luogo e data ancora da stabilire, e tutte le relative comunicazioni specifiche.
Segreteria Generale della Delegazione
Viale Bianca Maria 3, 20122 Milano

lunedì 9 luglio 2018

ROYAL HOUSE BAGRATIONI OF GEORGIA

lunedì 9 luglio 2018

La Georgia, l'Armenia e la Dinastia Bagrationi...


Molti amici italiani ci chiedono spiegazioni in merito all’attuale situazione della Famiglia Reale Bagrationi e alla effettiva possibilità istituzionale del ritorno della Monarchia in Georgia. Il dato fondamentale per capire gli attuali assetti dinastici e politici è, ci dispiace dirlo ma siamo obbligati a farlo, il disastroso divorzio fra il principe David Mukhrani e la principessa Ana Gruzinsky (figlia di Nugzar), che, nel 2013, ha impedito l’allora sicuro ripristino della monarchia, fortemente sostenuto dal nostro Santo Patriarca Ortodosso, Ilia II. Da allora, si sono succeduti scandali e polemiche che hanno coinvolto i due ex coniugi, facendo perdere loro ogni credibilità, e indebolendo molto il partito monarchico. Per questo, oramai da alcuni anni, la maggioranza dei religiosi, dei nobili, dei cavalieri templari e dei monarchici georgiani sostiene come legittimo erede al trono della Georgia unita: Sua Altezza Reale il Principe Irakli Bagrationi Imeretinsky (di Imereti), Capo indiscusso della Casa Reale dell'antico Regno di Imerezia (dal 2017). Il giovane, Irakli, persona seria, semplice e molto religiosa, gode di un crescente consenso della popolazione georgiana, soprattutto fra i giovani, e rappresenta una speranza per la difesa della nostra storia, identità e unità nazionale. Recentemente, lo stesso Irakli, è stato ufficialmente riconosciuto anche come legittimo erede della Dinatia Reale Bagratuni ai troni di Armenia e Cilicia. Obbiettivo metapolitico è la nascita di una moderna monarchia federale che unisca i due storici stati cristiani del Caucaso, Georgia e Armenia, simbolicamente sotto la Corona dei Bagrationi, la pià antica dinastia sovrana della intera cristianità, dalle mitiche origini bibliche. Tutto questo è assolutamente chiaro e noto in Georgia, e nelle comunità georgiane e armene sparse nel mondo, ma  non in Europa, dove, i partigiani degli altri due pretendenti, oramai completamente delegittimati in patria, sono stranieri non ortodossi, interessati solo al commercio di titoli e medaglie, e non alla tutela delle nostre bimillenarie tradizioni, tantomeno al ritorno della monarchia ortodossa.
Montecarlo, Principato di Monaco
Lunedì, 9 luglio 2018
Conte Nikoloz Vardanisdzev Didebuli
 
 


mercoledì 6 giugno 2018

REALE DELEGAZIONE BAGRATIONI

mercoledì 6 giugno 2018

REALE DELEGAZIONE BAGRATIONI



Casa Reale BAGRATIONI (Baghadat, Bivritian, Bagratidi, Bivitriani, Bagratuni Pakradouni - Jessian, Davidian, Solomonian) di Imereti, Georgia, Armenia e Cilicia: Reale Delegazione per l'Italia (Principato di Monarco, Svizzera, Repubblica di San Marino, Stato del Vaticano e Santa Sede, Sovrano Militare Ordine di Malta - SMOM e Parlamento Europeo PE-EP).

Presidente è Suo Onore la Nobildonna Mandilosani Lali dei Conti Panchulidze Aznauri (Patrizia Bizantina - Zostepatrikia, Nobile del Caucaso - Velikayaledi,  Nobile dell'Impero Russo - Dvorianka), vice presidenti sono la Nobildonna Mandilosani Tea dei Principi Japaridze Tavadishvili e il Conte Avv. Cesare Vernarecci di Fossombrone dei Principi d’Anjou della Verna (discendente da un ramo collaterale della Casa Reale Angioina di Francia). 
Cappellani i Reverendi:  Padre Kirioni Machaidze della Chiesa Ortodossa di Georgia, Padre Michele Maria Pirotta della Chiesa Cattolica di Rito Orientale e il Canonico Prof. Padre Ivan Leto della Chiesa Cattolica di Rito Latino. 
La Segreteria Generale è curata dal Conte Nikoloz dei Principi Vardanisdzev Tavadishvili, l’Ufficio Legale dall’Avvocato Penalista Renato Maturo di Milano. 
Il Comitato d’Onore è così autorevolmente composto:  Conte Diego Beltrutti di San Biagio, Cavaliere Gianni Stefano Cuttica (Membro della Consulta dei Senatori del Regno), Marchese Stefano Durazzo di Gabiano e Pontivrea (discendente dai Dogi di Genova, Re di Corsica e Principi del SRI), Marchese Fabio Guasticchi di Cres, Principessa Francesca Lovatelli Caetani di Teano (Duchessa di Sermoneta e Marchesa di Cisterna), Contessa Elena Manzoni di Chiosca e Poggiolo, Conte Massimo Paltrinieri di Carpi, Marchese Prof. Giuseppe Parodi Domenichi di Parodi (presidente della Accademia Archeologica Italiana), Colonnello Angelo Vasta. 
Fanno invece parte del consiglio delegatizio: la Nobildonna Rosanna Chifari Negri (medico neurologo, ricercatrice di fama internazionale), il Cavaliere Vincenzo Cortese (Segretario Generale Norman Academy), il Colonnello Valentino De Simone, il Cavaliere Avv. Domenico Frasca (autorevole membro della delegazione SMOM della Lombardia), l’Avv. Nicolò Giordana, il Cavaliere Stefano Linati, il Conte Matteo Priori di Letino (medico farmacista), il Cavaliere Giovanni Seia ed il Nobile Prof. Paolo Zampetti (medico e docente universitario).

Contatti, informazioni, adesioni:
realcasabagrationi@gmail.com

lunedì 28 maggio 2018

TRADIZIONE BIZANTINA

Casa Imperiale e Chiesa Ortodossa nel segno della Tradizione


L'erede legittimo e designato della Casa Imperiale Leopardi di Costantinopoli, il NH Conte Ezra Annibale Foscari Widmann Rezzonico, insieme all'Augusto primo cugino, SAI il Principe Ser Patric Tomassini Paternò Leopardi, si sono recati in devota visita presso la Cappella Palatina di Famiglia, presso il Convento di San Serafino di Sarov, a Pistoia, incontrando S.EM. Monsignor Silvano Livi, Vescono di Luni ed Esarca (per l'Italia) della Santa Chiesa Greco Ortodossa Tradizionale e Gran Cappellano della Casa Imperiale e degli Ordini Dinastici. Ad accompagnare i due cugini, nipoti consanguinei del compianto Augusto Principe Zio, SAI Hugo Josè, sono stati il Primo Consigliere, Barone Roberto Jonghi Lavarini, ed il Segretario Generale, Cavaliere Simone Gambini. La Santa Chiesa Bizantina e l'Augusta Casa Imperiale Heracliana Giustinianea, eredi della Tradizione del Sacro Romano Impero Costantinopolitano d'Oriente, hanno confermato e rinnovato ufficialmente la loro plurisecolare alleanza e collaborazione, nel segno della Fedeltà a San Basilio, Santa Sofia e San Costantino il Grande



lunedì 14 maggio 2018

Casa Imperiale Leopardi di Costantinopoli

"Histrorical File - Leopardi di Costantinopoli"

 
Nuovo Capo di Nome e d’Armi della Augusta Casa Imperiale Heracliana Giustinianea Tomassini Paternò Leopardi di Costantinopoli (riconosciuta legittima dalle Chiese Ortodosse di Grecia, Serbia, Polonia e Siro-Antiochiea, dalle Corti Federali di USA e Messico, da una trentina di Vescovi e Patriarchi ed altrettante Università e Accademie di tutto il mondo), con lo spettante titolo di Principe, il relativo trattamento di Altezza Imperiale, il Gran Magistero degli Ordini Dinastici (della Corona Eracliana di Costantinopoli,  Imperiale Costantiniano di San Giorgio, e della Guardia d’Onore di Santa Sofia) e la presidenza della Fondazione Archivio Storico (Genealogico, Nobiliare, Arldico) Leopardi, conosciuto, a livello internazionale come Historical File Leopardi, è il N.H. Conte e Patrizio Veneto Ezra Annibale Foscari Widmann Rezzonico, succeduto allo zio materno, SAI Don Hugo Josè Tomassini, morto negli Stati Uniti d’America, che lo ha designato Suo legittimo erede dinastico e araldico. 
 
Le volontà di Don Hugo Josè, sono state confermate dai suoi documenti testamentari autografi e da quelli della Augusta sorella, Donna Evy, madre di Ezra, ed accettate, alla unanimità, dal Consiglio di Famiglia, riunitosi a Milano, in presenza di un notaio, un avvocato e due testimoni non consanguinei. Il Conte Ezra, negli anni, era già stato nominato dall’Augusto Zio, come da comprovanti documenti: Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine Imperiale Costantiniano di San Giorgio, Patrizio Bizantino e Coordinatore della Casa Imperiale in Italia. La ufficializzazione definitiva e formale, ufficiale e pubblica, del passaggio delle consegne imperiali, come da antichissima tradizione ortodossa bizantina, avverrà con la solenne cerimonia di giuramento e benedizione del Porfiriogenito.  
Il Conte Ezra ha già annunciato di volere confermare Sua Eccellenza il Vescovo Esarca Greco Ortodosso Silvano Livi nella sua carica di Cappellano e Consigliere Spirituale della Casa Imperiale e dei Suoi Ordini Dinastici, e di nominare il primo cugino, SAI il Principe Patrizio Tomassini Paternò Borgia, Gran Cancelliere degli Ordini Dinastici, e il Barone Roberto Jonghi Lavarini, Primo Consigliere e Segretario Generale dell’Archivio Storico. Tutti gli insigniti degli Ordini Dinastici sono confermati nei loro titoli cavallereschi onorifici e nobiliari. L’organigramma del gran magistero degli Ordini Dinastici e dell’Archivio, quanto le varie delegazioni internazionali e le nuove nomine, sono sospese e verranno riorganizzate e riviste dai due sopracitati incaricati imperiali, in collaborazione con il Cappellano e sotto la supervisione del Conte Ezra. 
Tutte le Dame ed i Cavalieri degli Ordini Dinastici di Casa Leopardi, i patrizi e titolati bizantini, i collaboratori e gli abbonati agli Historica File, i vecchi e nuvi amici della Casa Imperiali, sono invitati a contattare la segreteria generale della Fondazione, a questo indirizzo provvisorio: tradizioneuropea@gmail.com