Associazione Culturale Aristocrazia Europea

lunedì 14 maggio 2018

Casa Imperiale Leopardi di Costantinopoli

"Histrorical File - Leopardi di Costantinopoli"

 
Nuovo Capo di Nome e d’Armi della Augusta Casa Imperiale Heracliana Giustinianea Tomassini Paternò Leopardi di Costantinopoli (riconosciuta legittima dalle Chiese Ortodosse di Grecia, Serbia, Polonia e Siro-Antiochiea, dalle Corti Federali di USA e Messico, da una trentina di Vescovi e Patriarchi ed altrettante Università e Accademie di tutto il mondo), con lo spettante titolo di Principe, il relativo trattamento di Altezza Imperiale, il Gran Magistero degli Ordini Dinastici (della Corona Eracliana di Costantinopoli,  Imperiale Costantiniano di San Giorgio, e della Guardia d’Onore di Santa Sofia) e la presidenza della Fondazione Archivio Storico (Genealogico, Nobiliare, Arldico) Leopardi, conosciuto, a livello internazionale come Historical File Leopardi, è il N.H. Conte e Patrizio Veneto Ezra Annibale Foscari Widmann Rezzonico, succeduto allo zio materno, SAI Don Hugo Josè Tomassini, morto negli Stati Uniti d’America, che lo ha designato Suo legittimo erede dinastico e araldico. 
 
Le volontà di Don Hugo Josè, sono state confermate dai suoi documenti testamentari autografi e da quelli della Augusta sorella, Donna Evy, madre di Ezra, ed accettate, alla unanimità, dal Consiglio di Famiglia, riunitosi a Milano, in presenza di un notaio, un avvocato e due testimoni non consanguinei. Il Conte Ezra, negli anni, era già stato nominato dall’Augusto Zio, come da comprovanti documenti: Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine Imperiale Costantiniano di San Giorgio, Patrizio Bizantino e Coordinatore della Casa Imperiale in Italia. La ufficializzazione definitiva e formale, ufficiale e pubblica, del passaggio delle consegne imperiali, come da antichissima tradizione ortodossa bizantina, avverrà con la solenne cerimonia di giuramento e benedizione del Porfiriogenito.  
Il Conte Ezra ha già annunciato di volere confermare Sua Eccellenza il Vescovo Esarca Greco Ortodosso Silvano Livi nella sua carica di Cappellano e Consigliere Spirituale della Casa Imperiale e dei Suoi Ordini Dinastici, e di nominare il primo cugino, SAI il Principe Patrizio Tomassini Paternò Borgia, Gran Cancelliere degli Ordini Dinastici, e il Barone Roberto Jonghi Lavarini, Primo Consigliere e Segretario Generale dell’Archivio Storico. Tutti gli insigniti degli Ordini Dinastici sono confermati nei loro titoli cavallereschi onorifici e nobiliari. L’organigramma del gran magistero degli Ordini Dinastici e dell’Archivio, quanto le varie delegazioni internazionali e le nuove nomine, sono sospese e verranno riorganizzate e riviste dai due sopracitati incaricati imperiali, in collaborazione con il Cappellano e sotto la supervisione del Conte Ezra. 
Tutte le Dame ed i Cavalieri degli Ordini Dinastici di Casa Leopardi, i patrizi e titolati bizantini, i collaboratori e gli abbonati agli Historica File, i vecchi e nuvi amici della Casa Imperiali, sono invitati a contattare la segreteria generale della Fondazione, a questo indirizzo provvisorio: tradizioneuropea@gmail.com

mercoledì 18 aprile 2018

Reale Delegazione di Georgia in Italia


 
 
Contatti, informazioni, adesioni: realcasabagrationi@gmail.com
 
 
 Bandiera Monarchica
Presidente:  
Mandilosani Lali dei Conti Panchulidze Aznauri
Vice Presidente:  
Mandilosani Tea dei Principi Japaridze Tavadishvili, Duchi di Racha
I Cappellano 
Padre Kirioni Machaidze, Archimandrita Chiesa Apostolica Ortodossa Georgiana
II Cappellano
Padre Michele Pirotta, Sacerdote Chiesa Cattolica di Rito Orientale Bizantino
Segreteria Generale: Dott. Nikoloz Vardanisdzev
Ufficio Legale: Avv. Renato Maturo (del Foro di Milano)
COMITATO D'ONORE:
Conte Dott. Diego Beltrutti di San Biagio, medico, Cavaliere OESSG
Marchese Stefano Durazzo (di Gabiano e Pontivrea), Cavaliere SMOM
(Patrizio genovese, discendente dai Dogi della Serenissima Repubblica Marinara
di Genova, che furono anche Re di Corsica e Principi del Sacro Romano Impero)
Marchese Fabio Guasticchi (di Cres)
-Contessa Francesca Lovatelli Caetani
  (dei Principi di Teano, Duchi di Sermoneta, Marchesi di Cisterna)
Contessa Elena Manzoni di Chiosca e Poggiolo
Conte Massimo Paltrinieri (di Carpi)
Marchese Giuseppe Parodi Domenichi (di Parodi), Cavaliere OESSG
CONSIGLIO DELEGATIZIO:
Nob. Dott. Rosanna Chifari Negri, medico neurologo
Dott. Vincenzo Cortese, funzionario del Vaticano, Cavaliere OESSG
Colonnello Valentino De Simone, ufficiale FF.AA. e NATO
Avv. Domenico Frasca, Cavaliere e dignitario SMOM
Dott. Stefano Linati, Cavaliere SMOM
Conte Dott. Matteo Priori (di Letino), medico farmacista
Conte Avv. Cesare Vernarecci di Fossombrone (D’Anjou della Verna)
(discendente da un ramo cadetto della Famiglia Reale di Francia)
Nob. Dott. Prof. Paolo Zampetti, medico dentista e docente universitario

martedì 17 aprile 2018

I Conti russi georgiani PANCHULIDZE Aznauri

ფანჩულიძე PANCHULIDZE Панчулидзе


I Panchulidze sono una antica famiglia nobile ortodossa georgiana di cavalieri crociati (Tadzrelebi) e signori feudali (Aznauri) dell’antico Regno di Imerezia, citati, fin dal XIII secolo, tra i clan fedeli alla dinastia principesca e reale dei Bagrationi di Imereti. Ma i Panchulidze hanno origini ancora più remote come famiglia patrizia bizantina, la leggenda narra discendenti da un comandante greco macedone dell’esercito di Alessandro Magno. Nei secoli, i Panchulidze, si distinsero soprattutto come valorosi guerrieri, fedeli ai Re Bagrationi di Imerezia e Georgia, e, successivamente, durante il dominio della Russia, come valorosi alti ufficiali e zelanti funzionari imperiali. Fra i primi sono certamente da citare i fratelli Ivan (1758-1815)  e Semyon (1765-1817), entrambi generali dei Dragoni imperiali, al seguito del loro principe georgiano Peter Bagrationi, pluridecorati al valor militare nelle guerre contro i mussulmani turchi e persiani, e gli invasori francesi giacobini  di Napoleone, nominati prima Cavalieri (Ordine di San Vladimiro, Ordine di Sant’Anna, Ordine di San Giorgio, ecc…) e poi Conti dallo Zar Alessandro I Romanov. I loro ritratti sono esposti, con tutti gli onori, nel Palazzo Imperiale di San Pietroburgo, ora sede del famoso Museo Ermitage, e le spoglie di Semyon riposano nel Monastero Ortodosso di Spaso Andronikov a Mosca. Terzo fratello dei due soldati fu Alexey (1762-1834) governatore di Saratov. Il figlio di quest’ultimo, Alexander (1790-1867) fu colonnello degli Ussari, pluridecorato (Ordini di San Vladimiro, San’Anna e San Stanislao) e governatore imperiale di Penza, e, suo figlio Alexei (1819-1888): governatore imperiale di Samara e Chernigov, e maresciallo della nobiltà a Saratov e consigliere di stato. Fra i numerosi personaggi noti della famiglia, citiamo ancora il conte russo georgiano Alexey Nicolayevich Panchulidzev (1884-1964), pluridecorato Colonnello dei Cosacchi, Addetto Militare Russo alla Ambasciata di Parigi e, dopo la rivoluzione, paladino della Russia Bianca in Francia, membro della unione dei Cavalieri di San Giorgio e della Unione degli Zeloti in memoria dello Zar Nicola II, morto come prete ortodosso, dopo avere preso i voti religiosi nel 1955. 

Attuale capo del clan dei Panchulidze Aznauri è il Generale Dany che ha continuato l'antica tradizione militare di famiglia, prima nell'esercito sovietico e poi nelle forze armate georgiane. Altro rappresentante noto è l’Onorevole Vazha Panchulidze, Capo del Dipartimento Trasporti del Governo della Georgia.
sigillo e stemma - archivio di stato

stemma - libro di araldica

stemma e genealogia - libro sulla nobiltà
In Italia risiede, come Delegata della Casa Reale Bagrationi Imeretinsky di Georgia (anche per Svizzera, Principato di Monaco, San Marino, Vaticano e Sovrano Militare Ordine di Malta), la dottoressa Lali Panchulidze, classe 1985, laurea in letteratura e master in pedagogia, esperta internazionale di relazioni pubbliche e istituzionali: Mandilosani (Nobildonna con lo speciale trattamento di Suo Onore), Velikayaledi (Gran Dama, titolo tradizionale del Caucaso), Zostepatrikia (Patrizia di Bisanzio), Aznauri (Nobile del Regno di Georgia), Dvoryanka (Nobile dell’Impero Russo), Dama di Gran Croce Ordine Nemagnico di San Giorgio di Rito Orientale (Casa Obrenovic), Dama Classe Unica Ordine al Merito dell'Aquila Imperiale Bicipite d'Oro (Casa Crnojevic), Dama Ufficiale di Giustizia Ordine della Corona del Regno di Georgia (Casa Gruzinsky), Dama Ordine Imperiale Ortodosso Ecumenico di San Costantino il Grande (Casa Cantacuzene), Presidente della Associazione Culturale internazionale ecumenica cristiana Italia Georgia Eurasia, Vice Presidente della Associazione Culturale Aristocrazia Europea (responsabile delle relazioni internazionali), Membro Corrispondente Estero della Accademia Archeologica Italiana (discipline letterarie), Membro Corrispondente del Collegio Araldico dei Regni Iberici, Membro del Centro Studi sulle Monarchie Ortodosse.

lunedì 16 aprile 2018

Casa Reale Bagrationi di Imereti, Georgia, Armenia e Cilicia...

Delegazione Real Casa Bagrationi in Italia




Sua Altezza Reale il Principe Irakli Bagrationi Imeretinsky di Georgia ha ufficialmente nominato la Nobildonna Mandilosani Lali dei Conti Panchulidze Aznauri a capo della costituitasi Reale Delegazione per l’Italia (il Principato di Monaco, la Svizzera, la Repubblica di San Marino, il Vaticano, il Sovrano Militare Ordine di Malta, ed il Parlamento Europeo), con pieno mandato fiduciario di rappresentanza. Il vertice della delegazione è coerentemente composto solo da georgiani ortodossi: Cappellano è il Reverendissimo Padre Kirioni Machaidze (Archimandrita della Chiesa Cristiana Apostolica Ortodossa Autocefala di Georgia in Lombardia), vice Delegata èMandilosani Tea dei Principi Japaridze Tavadishvili, Duchi di Racha. Scopo della delegazione è la promozione delle millenarie tradizioni (religiose, cavalleresche e culturali) della Georgia, il dialogo ecumenico fra cristiani occidentali e orientali, la collaborazione fra i popoli euroasiatici, la giustizia sociale e la pace nel mondo. La sede legale e la segreteria della Reale Delegazione sono stabilite presso lo Studio Legale dell’Avvocato Renato Maturo, in Viale Bianca Maria 3 a Milano. 






Nei prossimi giorni verranno comunicati anche i selezionatissimi membri italiani del Comitato d’Onore e del Consiglio delegatizio. Chi fosse interessato a collaborare o a ricevere informazioni, può contattarci al seguente indirizzo email: realcasabagrationi@gmail.com



I Bagrationi (Baghadat, Bivritian, Bagratidi, Bivitriani, Bagratuni Pakradouni - Jessian, Davidian, Solomonian) di Georgia, sono una delle più antiche Case Reali al mondo (insieme a quelle Imperiali di Cina e Giappone), sicuramente la più antica dinastia della cristianità, citata ufficialmente già nel 550 DC come ramo cadetto (e convertito) della stirpe biblica dei Re Davide e Salomone di Gerusalemme. Capostipite fu Bagrat, Signore di Odzrkhe e Kartili, padre di Guaram primo Eristavi (Duca) di Iberia, nominato Kouropalates (Principe Vassallo) dell’Impero Bizantino (575 DC). Nei secoli i Bagrationi furono Re e Principi Sovrani di diversi Regni e Principati indipendenti nel Caucaso, Armenia (Sper, Ani, Kars, Lori e Taron), Cilicia e Georgia (Artanuji, Kartli, Kakheti e Imereti) e strenui difensori della ortodossia cristiana, oltre che delle loro terre patrie, dalle continue invasioni mussulmane persiane e turche. Sua Altezza Reale il Principe IRAKLI BAGRATIONI Imeretinsky (1982) è Capo della Casa Reale di Imerezia e Gran Maestro degli Ordini Dinastici (riconosciuto dalla Santa Chiesa Apostolica Ortodossa di Georgia), Principe dell’Impero Bizantino e dell’Impero Russo (riconosciuto dai rispettivi Patriarcati Ortodossi di Costantinopoli e Mosca), e legittimo erede al trono della Georgia unita.




La Dott. LALI PANCHULIDZE, nata nel 1985 in Georgia (a Tikbuli, nella regione della Imerezia), Diploma Magistrale in Lingua e Letteratura, Laurea in Pedagogia, Master in Management dell’Educazione, Corsi di Formazione in Lingua Italiana e Comunicazione, risiede in Italia, a Milano, dove si occupa di Cultura, Moda e Turismo. Appartenente ad una antica famiglia ortodossa caucasica, di guerrieri e signori feudali, nominati Conti da Sua Maestà lo Zar Paolo I Romanov Imperatore di tutte le Russie, per meriti militari dei due Generali Ivan e Semyon Panchulidzev (contro le invasioni dei turchi ottomani e dei giacobini napoleonici), questi sono i suoi spettanti titoli: Mandilosani (Nobildonna con il trattamento di Suo Onore), Velikayaledi (Gran Dama), Zostepatrikia (Patrizia di Bisanzio), Aznauri (Nobile del Regno di Georgia), Dvoryanka (Nobile dell’Impero Russo), Dama di Gran Croce Ordine Nemagnico di San Giorgio e Santo Stefano di Rito Orientale (Casa Obrenovic), Dama Classe Unica Ordine al Merito dell'Aquila Imperiale Bicipite d'Oro (Casa Crnojevic), Dama Ufficiale di Giustizia Ordine della Corona del Regno di Georgia (Casa Gruzinsky), Dama Ordine Imperiale Ortodosso Ecumenico di San Costantino il Grande (Casa Cantacuzene). E' Presidente della Associazione Culturale internazionale ecumenica cristiana Italia Georgia Eurasia, Vice Presidente della Associazione Culturale Aristocrazia Europea (responsabile delle relazioni internazionali), Membro Corrispondente Estero della Accademia Archeologica Italiana (discipline letterarie), Membro Corrispondente del Collegio Araldico dei Regni Iberici, Membro del Centro Studi sulle Monarchie Ortodosse, Membro della Fondazione internazionale Identità Tradizioni Europee.

mercoledì 14 marzo 2018

Il Conte Dracula a Milano...

"Vlad III di Valacchia, il Principe e l'Ordine del Drago"

 
VENERDI 30 MARZO 2018 - ORE 18.00
Studio Legale Avvocato Renato Maturo
Viale Bianca Maria 3 (V Giornate), Milano
Presentazione del Libro 
"Vlad III di Valacchia, il Principe e l'Ordine del Drago"
 
Interverranno: l'autrice Prof. Angela Campanella
S.E. Mons. Avondios Bica (Chiesa Ortodossa Tradizionale)
e Mandilosani Lali Panchulidze Aznauri (vice presidente AE)
che leggerà il saluto ufficale dell'attuale legittimo Gran Maestro
SAI il Principe Vladimir Gorshkov Cantacuzene di Bisanzio
Informazioni e adesioni: aristocrazia.eu@gmail.com
 
 

sabato 10 marzo 2018

Casa Reale Bagrationi di Georgia




Il Dott. Nikoloz Vardanisdzev, autorevole rappresentante della comunità georgiana in Europa e segretario generale della associazione ACIGEA, ha ricevuto mandato dalla Cancelleria della antichissima e prestigiosa CASA REALE cristiana ortodossa georgiana BAGRATIONI di Imereti, a costituire una Delegazione anche in Italia, per promuovere le millenarie tradizioni culturali e cavalleresche della loro dinastia, il sostegno ai cristiani perseguitati in Siria e Iraq, il dialogo ecumenico fra cristiani occidentali e orientali, e l'amicizia fra i popoli europei.

Informazioni e adesioni: acigea@gmail.com

martedì 20 febbraio 2018

La nobile famiglia ortodossa dei Panchulidze Aznauri

La nobile famiglia ortodossa dei Panchulidze Aznauri

Il Generale Conte Ivan Panchulidze
I Panchulidze sono una antica famiglia nobile ortodossa georgiana di cavalieri crociati (Tadzrelebi) e signori feudali (Aznauri) dell’antico Regno di Imerezia, citati, fin dal XIII secolo, tra i clan fedeli alla dinastia principesca e reale dei Bagrationi di Imereti. Ma i Panchulidze hanno origini ancora più remote come famiglia patrizia bizantina, la leggenda narra discendenti da un comandante greco macedone dell’esercito di Alessandro Magno. Nei secoli, i Panchulidze, si distinsero soprattutto come valorosi guerrieri, fedeli ai Re Bagrationi di Imerezia e Georgia, e, successivamente, durante il dominio della Russia, come valorosi alti ufficiali e zelanti funzionari imperiali. Fra i primi sono certamente da citare i fratelli Ivan (1758-1815)  e Semyon (1765-1817), entrambi generali dei Dragoni imperiali, al seguito del loro principe georgiano Peter Bagrationi, pluridecorati al valor militare nelle guerre contro i mussulmani turchi e persiani, e gli invasori francesi giacobini  di Napoleone, nominati prima Cavalieri (Ordine di San Vladimiro, Ordine di Sant’Anna, Ordine di San Giorgio, ecc…) e poi Conti dallo Zar Alessandro I Romanov. I loro ritratti sono esposti, con tutti gli onori, nel Palazzo Imperiale di San Pietroburgo, ora sede del famoso Museo Ermitage, e le spoglie di Semyon riposano nel Monastero Ortodosso di Spaso Andronikov a Mosca. Terzo fratello dei due soldati fu Alexey (1762-1834) governatore di Saratov. Il figlio di quest’ultimo, Alexander (1790-1867) fu colonnello degli Ussari, pluridecorato (Ordini di San Vladimiro, San’Anna e San Stanislao) e governatore imperiale di Penza, e, suo figlio Alexei (1819-1888): governatore imperiale di Samara e Chernigov, e maresciallo della nobiltà a Saratov e consigliere di stato. Fra i numerosi personaggi noti della famiglia, citiamo ancora il conte russo georgiano Alexey Nicolayevich Panchulidzev (1884-1964), pluridecorato Colonnello dei Cosacchi, Addetto Militare Russo alla Ambasciata di Parigi e, dopo la rivoluzione, paladino della Russia Bianca in Francia, membro della unione dei Cavalieri di San Giorgio e della Unione degli Zeloti in memoria dello Zar Nicola II, morto come prete ortodosso, dopo avere preso i voti religiosi nel 1955. Attuale capo del clan dei Panchulidze Aznauri è il Generale Dany che ha continuato la tradizione militare di famiglia, prima nell'esercito sovietico e poi nelle forze armate georgiane. Altri rappresentanti noti sono Mandilosani Lali, PR internazionale, presidente della associazione culturale internazionale ecumenica cristiana Italia-Georgia-Eurasia, e Vazha Panchulidze, Capo del Dipartimento Trasporti del Governo della Georgia.